via Roma, 91 - 12045 Fossano (CN)
telefono: (+39) 0172 699 611 - fax: (+39) 0172 699 685
PEC : fossano@cert.ruparpiemonte.it
partita IVA: 00294400049 - codice fiscale: 00214810046
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

IL MAGGIO DEI LIBRI

notizia pubblicata in data : martedì 19 aprile 2016

IL MAGGIO DEI LIBRI

 

 

 

In occasione dell’iniziativa Il Maggio dei Libri, promossa dal Ministero dei Beni Culturali e il Centro per il libro e la lettura, il Circolo dei Lettori di Fossano, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura  e la Presidenza del Consiglio Comunale, organizza le presentazioni dei seguenti libri:


Sabato 7 maggio 2016 ore 10.30

Sala Rossa Palazzo comunale


Umanizzare il carcere - Diritti, resistenze, contraddizioni ed opportunità di un percorso finalizzato alla restituzione della dignità dei detenuti -  Pietro Buffa - Edizioni Laurus

 

Presentano il libro con l'autore :
Davide Sordella – Sindaco
Rosita Serra - Presidente Consiglio comunale
Bruno Mellano - Garante regionale diritti detenuti
Rosanna De Giovanni - Garante comunale diritti detenuti


L'opera ripercorre vari aspetti connessi alle trasformazioni normative e gestionali del sistema penitenziario italiano a seguito delle note sentenze di condanna della Corte Europea per i Diritti dell’Uomo di Strasburgo.


Acquista il valore di un vero e proprio manuale d’uso per tutti coloro vogliano intraprendere con decisione la strada del cambiamento di questo delicato settore, partendo dai suoi fondamenti giuridici per toccare anche i meccanismi per la creazione del consenso necessario.


Pietro Buffa (Dipartimento amministrazione penitenziaria) al ministero della Giustizia e provveditore regionale dell'Emilia Romagna. Nella sua carriera ha diretto alcuni istituti penitenziari, tra i quali Asti, Alessandria, Saluzzo e Torino , istituto ove ha prestato servizio per undici anni. In questi contesti ha sperimentato iniziative organizzative e trattamentali innovative. Si è occupato di formazione del personale e di trattamento dei detenuti presso il Provveditorato Regionale del Piemonte e della Valle d’Aosta e ha prestato servizio anche presso la Direzione Generale del Personale presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Ha tradotto queste esperienze in vari contributi scientifici e saggi ed in iniziative formative all’interno ed all’esterno dell’Amministrazione.


Organizzato dalla Presidenza del Consiglio comunale e dai Garanti regionale e comunale dei detenuti

 

 

Venerdì 20 maggio 2016 ore 18

Sala Consultazione Biblioteca civica


Responsabilità. Un valore dell’oggi


Presenta il libro Rosita Serra, Presidente del Consiglio comunale, con l'autrice Vittoria Franco, filosofa già senatrice.


Responsabilità - Figure e metamorfosi di un concetto, Vittoria Franco - Donzelli Editore


Che cos’è la responsabilità? Quando è nato questo termine? Ha un significato univoco? Un’etica della responsabilità è possibile?

Queste le domande a cui cerca di rispondere Vittoria Franco, attraverso un’analisi delle origini del concetto, delle sue trasformazioni e dei suoi paradigmi fondamentali: giuridico, politico, filosofico-morale. Il volume muove dalle prime discussioni nelle quali prende forma il paradigma filosofico-morale, a partire dalla metà dell’Ottocento, con John Stuart Mill e i deterministi, che identificano l’essere responsabile con l’essere colpevole e la responsabilità con l’imputabilità.

Fra le reazioni a tale impostazione, quelle dei kantiani e degli spiritualisti francesi, i quali propongono interpretazioni che lasciano spazio alla libertà e alla  morale. Fra loro, due giovani filosofi: Lucien Lévy-Bruhl, col suo concetto di responsabilità vuota, e Jean-Marie Guyau, con la nozione di morale senza obbligo né sanzione.

Nel prosieguo dell’analisi l’autrice, visitando alcune delle teorie etiche più importanti del Novecento, propone l’idea di un’etica della responsabilità come risposta possibile nell’epoca della fine della metafisica. In Hannah Arendt vengono rintracciate tre diverse figure della responsabilità: come colpa, facoltà di giudizio e cura del mondo comune; in Ágnes Heller emerge la figura dell’etica della personalità; in Emmanuel Levinas la responsabilità si libera completamente dal peso della sua storia giuridica in quanto imputabilità e diviene darsi totalmente all’altro.

E infine, nelle critiche dei postmoderni all’universalismo – Bauman, Derrida, Apel, ma anche Ricoeur – l’autrice individua il luogo d’origine di un’etica della responsabilità come «autodeterminazione responsabile» e facoltà di giudizio.

Si dà così conto del fatto che in essa sono in gioco le due libertà, dell’io e dell’altro, che devono trovare il modo e la misura del con-vivere nell’equilibrio fra autonomia e limite. La responsabilità sorge nel momento in cui si arriva alla consapevolezza di lasciar essere anche la libertà dell’altro.


Vittoria Franco è ricercatrice di Storia della filosofia alla Scuola normale superiore di Pisa. È stata senatrice della Repubblica dal 2001 al 2013; durante i suoi mandati ha ricoperto il ruolo di responsabile delle Pari opportunità del Partito democratico e di presidente della Commissione cultura del Senato nella XV legislatura.


Organizzato dalla Presidenza del Consiglio comunale.

 

Sabato 28 maggio 2016 ore 18 

Sala Consultazione Biblioteca civica


Mauro Ferrari – Presentazione dell’opera poetica a cura di Beppe Mariano

 

Introduce l’incontro Stefano Gemello, Circolo dei Lettori Fossano.


Mauro Ferrari (Novi Ligure 1959) è direttore editoriale di puntoacapo Editrice. Ha pubblicato le raccolte: Forme (Genesi, Torino 1989); Al fondo delle cose (Novi 1996); Il bene della vista (Novi 2006, che include la precedente plaquette).Numerose le sue partecipazioni ad antologie, tra cui la recente antologia curata da Emilio Coco, Vuela alta palabra (Caza de Libros, 2015). È inserito nell’Atlante dei Poeti di Ossigeno nascente. Come critico ha pubblicato Poesia come gesto. Appunti di poetica, Novi 1999); i saggi e le riflessioni sono ora raccolti in Civiltà della poesia (puntoacapo, Novi 2008). Ha fondato e diretto fino al 2007 la rivista letteraria La clessidra, ha collaborato all’Annuario di poesia Castelvecchi e a moltissime altre riviste e antologie con saggi, testi e traduzioni di poeti inglesi contemporanei. Attualmente dirige l’Almanacco Punto della Poesia Italiana, edito da puntoacapo. È membro della Giuria del Premio “L’astrolabio” (Pisa) e del “Guido Gozzano” di Terzo (AL), ed è direttore culturale della Biennale di Poesia di Alessandria.


Beppe Mariano, saviglianese, è poeta e scrittore di teatro. Dopo il diploma universitario in storia del teatro, ha collaborato per vent'anni alle pagine degli spettacoli dei quotidiani di Torino: prima con la Gazzetta del Popolo poi con Stampa Sera. Negli anni Settanta ha fondato e redatto insieme con Sebastiano Vassalli, Giorgio Bàrberi Squarotti,Cesare Greppi, Adriano Accattino e altri la rivista letterariaPianura, diretta da Sebastiano Vassalli. Dal 2000 al 2010 ha co-diretto con Maria Caldei e Franco Romanò, prima aMilano poi a Roma, la rivista Il Cavallo di Cavalcanti.


Nel 2012 l'editore Nino Aragno pubblica l'intero corpo delle sue poesie nella raccolta Il seme di un pensiero presentata daGiuseppe Conte, con apporti critici di Giorgio Bàrberi Squarotti, Gianni D'Elia, Elio Gioanola, Giovanna Ioli, Barbara Lanati, Giorgio Luzzi.

La sua opera in versi rivela una scrittura essenziale, che ravviva tracce metriche tradizionali, senza rinunciare a fasi di sperimentazione. Ispirata all'osservazione della realtà, spesso la travalica in forme simboliche e visionarie, come nelle poesie ispirate al Monviso e alle sue leggende. Negli anni Settanta, presentato dal critico e pittoreAlbino Galvano, Mariano è stato attivo come poeta visivo. Una sua opera sperimentale Spinterogenale è stata esposta in varie città (Parole Erranti. Edizioni Marcovaldo, 2002). È presente in una decina di antologie. Michela Fede dell'Università romana di Tor Vergata si è laureata con una tesi sull'opera poetica di Mariano.


Attualmente collabora con la rivista online, "In Limine" dell'Università di Tor Vergata, diretta da Fabio Pierangeli e Roberto Mosena. Un suo saggio sulla poesia e critica contemporanee, è stato scelto quale numero speciale della rivista "Mosaico Italiano", edita a Rio de Janeiro, sotto l'egida dell'Istituto Italiano di Cultura e dei Dipartimenti di italiano delle Università brasiliane.

 

Comune di Fossano via Roma, 91 - 12045 Fossano (CN)   - telefono: (+39) 0172 699 611   - fax: (+39) 0172 699 685  
PEC : fossano@cert.ruparpiemonte.it   - partita IVA: 00294400049   - codice fiscale: 00214810046   - codice univoco ufficio per fatturazione elettronica: UFFZ8B
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa srl  © 2016